Utente: ricordami
Parola d'ordine:
Registrati Regolamento Istruzioni
  ricerca avanzata

(aureo del giuramento) XXX assi

IndiceRepubblicaneMonetazione Romano Campana
<< 28/2 - (aureo del giuramento) 1/2 Statere  

commenti
(aureo del giuramento) XXX assi (Moneta)
clicca sulle immagini per ingrandirle
DrittoVerso
Legenda: ROMA
Testa laureata gianiforme dei Dioscuri. Sotto: XXX Scena del giuramento: due guerrieri, uno di fronte all'altro, puntano le spade verso un porcellino tenuto in braccio da un terzo guerriero, al centro, in ginocchio. Il guerriero di sinistra è barbato, indossa un'armatura cinta al busto e si appoggia con la mano sinistra ad una lancia; il guerriero di destra, imberbe, porta sopra l'armatura una corazza e tiene con la mano sinistra il fodero della spada e la lancia rivolta in basso. In esergo: ROMA
Nominale: Aureo
Materiale: Au
Tecnica: coniazione
Diametro: 11 mm
Peso: 4,20-4,48 g
Periodo Cod. Zecca RRC Riferimenti Rarità Immagini
216-215 a.C. R-RC/28-1 --Crawford /
Bahrfeldt 3
R5
Assai controversa è la questione sull'autenticità di questa moneta. Sono conosciuti solo 4 esemplari: uno al British Museum, uno alla Biblioteca Apostolica del Vaticano, uno al Museo Nazionale Romano e uno in mano private.

La moneta è stata giudicata falsa dal D'Ailly, dal Babelon, dal Grueber, dalla Cesano, dal Crawford (RRC pag. 548 nota 32). Per l'autenticità si sono espressi Garrucci, Mommsen, Haeberlin, Bahrfeldt (con riserva), Breglia, Thomsen, Mattingly.

Una recente indagine di carattere chimico-fisico (Botrè - Fabrizi "La monetazione aurea nella Roma Repubblicana - RIN 1994-1995) ha evidenziato che la composizione della lega aurea di una moneta da XXX assi è diversa da quella usata per coniare l'oro del giuramento, ma quasi coincidente con quella usata per coniare le monete della serie marziale.

Se l'aureo è autentico fu coniato successivamente agli altri due aurei del giuramento e prima dell'oro marziale. La moneta è stilisticamente diversa dagli altri due aurei ma, come sostenuto già dall’Haeberlin, il suo stile è coerente con i quadrigati che recano il globetto sotto il troncamento del collo (Crawford 31/1). La sua emissione è da collocare alle ultime coniazioni dei quadrigati (216-215 a.C.).

Ulteriori commenti in nota al catalogo NAC 83 pagg. 9-10 oppure in Monete Antiche n. 81 (maggio/giugno 2015) pagg. 22-24

Powered by NumisWeb 7.7.1    Utenti online in tutti i cataloghi:
Ultimo utente iscritto cynnawaaaa, Friday 24 November 2017 alle ore 19:31

Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo-Non commerciale.
note
Questo catalogo è un'iniziativa del forum laMoneta.it

Tutti i diritti delle immagini appartengono ai relativi autori e l'utilizzo al di fuori di questo sito web è vietato senza esplicita concessione.

Pagina generata in 0.027 secondi, numero di query al DB: 43